Neurologia

La terapia con camera iperbarica produce un aumento del flusso sanguigno cerebrale, è antinfiammatoria partendo dalla vasocostrizione e la diminuzione dell’edema, stimola i processi di riparazione dei tessuti lesionati, esercita una regolazione sui processi infiammatori, ha effetti diretti su alcuni neurotrasmettitori e aumenta il consumo di ossigeno del sistema nervoso centrale. Tutti questi effetti benefici dell’ossigeno presentano diversi miglioramenti clinici in pazienti con patologie neurologiche e maggiore capacità di riabilitazione.

Nel caso del morbo di Parkinson, l’ossigenazione iperbarica ha un effetto antinfiammatorio, produce una ridistribuzione del flusso sanguigno a livello del sistema nervoso centrale, stimola la riparazione dei tessuti nervosi e ha effetti sui neurotrasmettitori. Questa combinazione di effetti risulta nei miglioramenti che riferiscono i pazienti trattati, come la diminuzione dei tremori e soprattutto, la diminuzione della rigidità, ciò produce un miglioramento nella qualità della vita.

AVC
Morbo di Parkinson
Sclerosi multipla
Alzheimer
Lesioni a midollo spinale

IMG_3558 OK